Incontro con Odile Chambaut

 

Questa settimana ci ha fatto visita Odile Chambaut, una graphic designer francese che, assieme a Junko Nakamura, ha creato l’Atelier pour Enfants.

“L’idea di sviluppare dei laboratori per bambini”, dice Odile, “è venuta alla mia collega Junko e così abbiamo iniziato. Muniti di tutto il materiale necessario, abbiamo invitato

un gruppo di bambini a casa e ci siamo messi all’opera. Visto il successo, abbiamo continuato a lavorare su questo progetto. Poi a me piace molto lavorare con Junko: lei è un’artista ed assieme riusciamo a trovare una combinazione tra il design e l’arte.”

I laboratori che hanno ideato finora sono molto originali e spaziano da decorazioni e maschere a cartoline, calendari, diari di viaggio e packaging. Ogni volta viene scelto un tema da rappresentare che può essere connesso a un evento, un luogo o altro. In questo modo vengono definiti i limiti entro i quali i bambini possono spaziare. C’è una sola regola d’oro: i grandi non possono intervenire ad aiutarli. Solitamente, all’inizio dei workshop, vengono preparate delle tavole di ispirazione con immagini da cui i partecipanti possono trarre spunto. Alla fine degli incontri vengono fornite delle

istruzioni che spiegano quello che si è fatto, in modo tale da invitare i bambini a ripetere il workshop in futuro anche da soli. I bambini così tornano a casa con il loro elaborato, felici di aver sperimentato nuove tecniche.

Questi laboratori per Odile sono molto importanti perché l’aiutano ad ispirarsi per il suo lavoro: non si tratta solo dell’attività con i bambini in sè, ma è tutta la preparazione che le fornisce nuove idee e stimoli creativi.

 

EmailFacebookTwitterGoogle+Share
Corso 2011-2012, Incontro, Propedeutico